Indice dell´Aiuto

Chiudi l´Aiuto
Cataloghi OPAC Web - Presentazione Torna all´inizio

ReDoS è la Rete documentaria provinciale senese di cui fanno parte le Biblioteche, gli Archivi e i Centri di documentazione dei Comuni della provincia di Siena.
Il suo compito principale è quello di esaltare le caratteristiche e le peculiarità delle singole biblioteche e di armonizzare la loro organizzazione in nome della cooperazione.

Biblioteche di ReDoS Torna all´inizio

Sigle delle Biblioteche di ReDoS - SBS02:

ABB Abbadia San Salvatore
ASC Asciano
ASM Asmos
BUN Buonconvento
CAS Casole d'Elsa
CST Castellina in Chianti
CAB Castelnuovo Berardenga
CAO Castiglione d'Orcia
CMM Centro Mara Meoni
CET Cetona
CHI Chianciano
CHU Chiusi
CVD Colle di Val d'Elsa
GAC Gaiole
ISR Istituto storico della Resistenza senese
MNT Montalcino
MTP Montepulciano
MTR Monteriggioni
MON Monteroni d'Arbia
MOT Monticiano
MUR Murlo
PIA Piancastagnaio
PIN Pienza
PGB Poggibonsi
RAC Radda in Chianti
RAF Radicofani
RAD Radicondoli
RAP Rapolano Terme
SGI San Gimignano
SGA San Giovanni d'Asso
SQU San Quirico d'Orcia
SAR Sarteano
SIN Sinalunga
SOV Sovicille
TOR Torrita di Siena
TRQ Trequanda

Per iniziare Torna all´inizio

Requisiti per il Browser

Per una corretta navigazione e consultazione dei cataloghi è necessario un Web browser (Internet Explorer 5.x o superiore; Netscape 6.2 o superiore) configurato per supportare caratteri basati su Unicode, usato per la codifica dei record bibliografici. Unicode consente la visualizzazione di una ampia gamma di alfabeti, diacritici e caratteri speciali.

Per configurare la codifica dei caratteri del browser:

  • Internet Explorer:

    Dal menu Visualizza, seleziona Codifica, poi clicca su Selezione automatica.

  • Netscape:

    Dal menu Visualizza, seleziona Codifica carattere, poi Auto-detect, poi All [per Netscape 6.x] oppure Universal [per Netscape 7.x].
Struttura dello schermo

La parte superiore dello schermo, accanto al logo, presenta i menù della ricerca:
Ricerca base, Ricerca multi-campo, Ricerca Avanzata e CCL
e le funzioni di gestione della sessione:
Identificati, Profilo utente, Preferenze, lo scaffale elettronico, Aiuto e Fine sessione.
La parte centrale dello schermo costituisce l'area di lavoro dell'utente.
Gestione della sessione Torna all´inizio

Identificati Torna all´inizio


La funzione di identificazione verifica le informazioni dell' utente, consente di controllare la situazione in biblioteca (prestiti, ritardi, multe) e di definire le opzioni di visualizzazione. Non occorre essere identificati per consultare il Web OPAC.

  • Se sei uno studente o un dipendente dell´Università di Siena per identificarti devi inserire nel primo campo del form il nome utente della casella di posta elettronica rilasciata dall´Università di Siena e, nel secondo campo, la password ad essa collegata.
  • Se sei un utente afferente ad altro titolo al Servizio Bibliotecario Senese (utente REDOS) devi necessariamente inserire, nel primo campo, i primi dodici caratteri del CODICE FISCALE e nel secondo campo il codice fiscale completo. Attenzione! In caso di mancata identificazione prova ad inserire il tuo codice fiscale senza l´ultimo carattere.
  • Se sei studente ERASMUS devi inserire i dati rilasciati dalla Segreteria Studenti dell´Università di Siena.

Nello specifico la funzione Identificati consente di:
  • salvare nello Storico le strategie di ricerca lanciate per riutilizzarle nelle sessioni di lavoro successive;

  • salvare i record bibliografici risultanti dalle ricerche nello Scaffale Elettronico per poterli visualizzare in modo permanente nei collegamenti successivi;

  • rinnovare on line i propri prestiti Rinnovi
    (solo per le biblioteche che hanno attivato il servizio);

  • consultare la situazione dei prestiti correnti e pregressi;

  • prenotare on line un documento Prenotazioni
    (solo per le biblioteche che hanno attivato il servizio);

  • accedere al servizio di alerting personalizzato SDI (Disseminazione selettiva dell´informazione);

  • definire opzioni di visualizzazione personalizzate.

Fine sessione Torna all´inizio

L´opzione consente di tornare alla prima schermata dell'OPAC e avviare una nuova sessione di lavoro.
L´utilizzo di questa funzione è raccomandato al termine di una sessione di lavoro in cui l´utente si è identificato nel sistema.
In tal modo le informazioni personali associate alla sessione aperta saranno eliminate evitando che altri possano continuare la consultazione dell´OPAC mantendendo la stessa identità.

Profilo utente Torna all´inizio

Offre l'accesso alle attività correnti e pregresse dell'utente in Biblioteca. Dopo l'identificazione, accendendo al menù Profilo Utente è possibile vedere lo Storico dei prestiti (fino ad un massimo di 200 documenti), i Prestiti attivi, le Transazioni di cassa, le Prenotazioni per documenti già in prestito ad altri.

Preferenze Torna all´inizio

Attraverso il menù Preferenze l'utente può scegliere sia la lingua dell'OPAC che la visualizzazione delle informazioni recuperate, come, ad esempio:
- il numero di record nel formato breve per pagina;
- il numero massimo di record nella visualizzazione automatica del formato completo;
- il formato in cui i record sono visualizzati (se solo autore, titolo e copie, se in formato breve, se in formato colonnare).
Ricerca Torna all´inizio

La funzione Ricerca permette di trovare record bibliografici, sapere la loro collocazione e disponibilità , attraverso parole chiavi, frasi o liste di scorrimento.
Per scegliere il tipo di ricerca che si vuole effettuare, è necessario selezionarla dalla barra dei menu.
Sono disponibili quattro diversi tipi di ricerca nell´ OPAC Web:
Ricerca base; Ricerca multi-campo; Ricerca avanzata; Common Command Language.
Ti ricordiamo che è necessario omettere l'articolo iniziale in qualsiasi lingua tu cerchi il documento. Ad esempio, se cerchi il libro il deserto dei tartari dovrai inserire nel campo Deserto dei tartari, The history of Albania dovrai inserire history of Albania;

Operatori booleani e caratteri di mascheramento Torna all´inizio

ALEPH supporta gli operatori booleani and , or, e not.
L'operatore and è implicito se nessun altro operatore viene specificato. Operatore AND : dati due termini, recupera solo i record che contengono al loro interno sia il primo termine che il secondo;
Operatore OR : dati due termini, recupera i record che contengono o il primo termine o il secondo o entrambi;
Operatore NOT : dati due termini, recupera i record che contengono il primo termine MA non il secondo.

Le modalità di ricerca multicampo, avanzata e CCL possono, inoltre, essere limitate per lingua, formato, anno o range temporale e per collocazione.
Questi limiti sono definibili nella parte in basso di ogni schermata della ricerca.

Oltre ai suggerimenti per la ricerca che si ritrovano in fondo alle schermate, di seguito sono riportate ulteriori regole che valgono per tutti i tipi di ricerca:

Il carattere ? oppure * (asterisco) può essere inserito all´inizio, alla fine, o in mezzo ad una parola, ma non se ne può usare più di uno all´interno di una stringa di testo.

Il simbolo # può essere usato per rintracciare forme varianti di spelling nei casi in cui per una stessa parola esistano diverse varianti ortografiche. Per esempio colo#:r recupererà sia color che colour; e arch#eology rintraccerà sia archaeology che archeology.

Il carattere ! puó essere usato per rintracciare forme varianti ortografiche nei casi in cui solo un singolo carattere può variare. Per esempio wom!n recupererà sia woman che women.

Ricerca base Torna all´inizio

L´interfaccia della ricerca base presenta un unico menù da cui è possibile effettuare sia la ricerca per parole chiave che la ricerca per scorrimento, selezionando l´apposita voce.

Ad esempio, selezionando la voce Tutti i campi è possibile inserire autore, titolo, anno di pubblicazione, editore in un'unica stringa;
Parole da titolo permette di andare a ricercare le parole chiave esclusivamente nei titoli presenti in archivio;
se viene inserita, nella voce Titolo che inizia con, la parte iniziale della stringa da ricercare, il risultato è una lista alfabetico/numerica in cui sono elencate tutte le voci che rispondono o si avvicinano alla ricerca fatta.
Nella ricerca per scorrimento, quando la stringa ricercata non esiste, nella lista di intestazioni viene segnalata la posizione in cui avrebbe dovuto trovarsi tramite la dizione "[xyz] sarebbe dovuto apparire qui".

Ricerca multi-campo Torna all´inizio

La ricerca Multi-campo permette di ricercare record utilizzando indici predefiniti.
Se più di un campo è compilato, l'operatore booleano AND è inserito automaticamente.
È evidente che più campi sono compilati, più preciso sarà il risultato della ricerca.


Ricerca avanzata Torna all´inizio

La Ricerca avanzata permette di consultare il catalogo attraverso parole chiave. È possibile utilizzare i menù a tendina per specificare i campi e definire la modalità di ricerca.
Il Web OPAC offre vari campi come Autore, Soggetto, Titolo, Editore. La relazione tra questi tre campi è gestita attraverso l´operatore logico AND.
Per visualizzare la lista dei record, è necessario cliccare sul link disponibile nella colonna che riporta il numero dei record. Nel sistema è definito il numero massimo (7000) di records che possono essere visualizzati e ordinati in un set.

Common Command Language Torna all´inizio

Il Common Command Language (CCL) permette di ricercare parole e intestazioni in diversi indici in un' unica stringa di ricerca.
È fondamentale specificare il codice degli indici parola ed intestazione da ricercare. Le abbreviazione usate con CCL si possono trovare nella sezione Codici CCL.

Un esempio:

((wau=carlyle or ruskin or hegel) and (wti=cultur?)) not (wsu=art?)

Questa ricerca rintraccerà tutte le opere scritte da autori il cui nome è Carlyle oppure Ruskin oppure Hegel, il cui titolo contiene la parola cultur, per esempio, culture, cultures, cultural, e così via, ma la stringa di soggetto non contiene la parola art, per esempio art, arts, artist, artistic, ecc..

Codici CCL Torna all´inizio

Di seguito alcune fra le abbreviazioni più usate per il Common Command Language:

DDC - Dewey
TIT - Titoli
AUT - Autori
SUB - Soggetti
SRS - Serie
WRD - Parole
WFT - Parole dal formato
WTI - Parole nel campo titolo
WAU - Parole nel campo autore
WPL - Parole nel campo luogo
WPU - Parole nel campo editore
WSU - Parole nel campo soggetto
WST - Parole nel campo status di copia
WYR - Anno di pubblicazione
WCL - Parole nella collocazione
WSL - Sigla delle biblioteche
BAR - Codice a barre
SYS - Numero di sistema

Sigle delle Biblioteche dell'Ateneo - SBS01:
BCG Circolo giuridico
BEC Economia
BCF Farmacia
BIN Ingegneria
BLF Lettere Siena
BMA Lettere Arezzo
BCM Medicina
BCS Scienze
BRS Raccolte speciali
CDE Centro documentazione europea

Sigle delle Biblioteche cittadine - SBS01:
BCI Comunale Intronati
BUS Universita' per stranieri
BAC Accademia chigiana
BAF Accademia Fisiocritici
BCO Osservanza
BGB Giuliano Briganti
IRI IRIS - Biocine
OPA Opera metropolitana

Sigle delle Biblioteche della Provincia di Siena - REDOS (SBS02)
ASM Asmos
ABB Abbadia S. Salvadore
ASC Asciano
CAS Casole
CST Castellina
CAB Castelnuovo B.ga
CAO Castiglione d'Orcia
CET Cetona
CHI Chianciano
CHU Chiusi
CMM Centro Mara Meoni
CVD Colle di Val d'Elsa
ISR Istituto storico della resistenza senese
MNT Montalcino
MTP Montepulciano
MTR Monteriggioni
MON Monteroni
MOT Monticiano
MUR Murlo
PIA Piancastagnaio
PIN Pienza
PGB Poggibonsi
RAC Radda in Chianti
RAD Radicondoli
RAP Rapolano Terme
SGI S.Gimignano
SGA S.Giovanni D'Asso
SQU S.Quirico
SIN Sinalunga
SOV Sovicille
TOR Torrita di Siena
TRQ Trequanda
ISR Istituto storico della resistenza senese
CMM Centro Mara Meoni



Risultati della ricerca Torna all´inizio

Il risultato di una ricerca può essere sia un unico record o un'elenco di record presentati in formato breve.
È sempre possibile riportarsi alla lista dei record recuperati in una particolare ricerca selezionando il menù Ricerche precedenti.
In una lista di record è possibile visualizzare il record in formato completo,cliccando sul numero di sequenza dei record elencati, o selezionando con il segno di spunta il record che interessa visualizzare e cliccando sul menù Vedi selezione alla voce Record selezionati.

I record sono ordinati in base all'anno di pubblicazione dei documenti recuperati. È possibile riordinare la lista cliccando sulle voci presenti in Opzioni di ordinamento, oppure se la lista si presenta in formato tabellare, cliccando sulle intestazioni delle altre colonne (autore, titolo).

A partire da una Lista di Record sono inoltre possibili diverse azioni:

  • selezione di record;
  • creazione di un sottoinsieme (subset) di record per successivi raffinamenti o combinazioni;
  • trasferimento di record nel basket per successivo salvataggio o invio in posta elettronica;
  • modifica della ricerca mediante la definizione di ulteriori condizioni;
  • affinamento della ricerca mediante opzioni di filtro.


    Record completo Torna all´inizio

    Dalla visualizzazione del record completo, è possile vedere il record in vari formati quali il formato standard, la scheda catalografica, il formato citazionale e due formati che rappresentano i campi testuali o numerici di una scheda UNIMARC.
    Il Formato completo offre anche dei link (per le stringhe che compaiono in grassetto) che permettono di attivare i servizi di Aleph per la ricerca di altri documenti in catalogo, simili a quello visualizzato, per scorrere una lista di intestazioni a partire da quella recuperata, o per trovare informazioni attraverso un motore di ricerca come Google.
    Dalla scheda in formato completo è possibile recuperate le informazioni sulle biblioteche che possiedono il documento, sullo status di prestabilità o meno del materiale.
    Se il record descrive ad esempio una pubblicazione elettronica di un periodico o ha un collegamento esterno, esso è visualizzato tramite un legame esterno che rimanda alla risorsa web.

    Dalla visualizzazione completa di un record è possibile utilizzare altre opzioni, disponibili dalla barra che appare sopra al record e che consentono di:

    • salvare i records selezionati nello scaffale elettronico, cliccando su Aggiungi al mio scaffale elettronico;
    • ricercare records simili in altri cataloghi, cliccando su Localizza;
    • salvare il record sul proprio PC o inviarlo tramite e-mail dal pulsante Salva/Invia;
    • attivare i servizi documentari disponibili (full text, abstract, prestito interbibliotecario, etc), attraverso il pulsante .


    Ricerche precedenti Torna all´inizio

    Dal menù Ricerche precedenti è possibile visualizzare la lista dei risultati delle ricerche fatte, utilizzarle per nuove ricerche o combinarle tra di loro in un unico set.

  • Per rivedere una ricerca, selezionarla e cliccare su Visualizza.
  • Per eliminare una ricerca, selezionarla e cliccare Cancella.
  • Per attivare un servizio personalizzato di alerting cliccare su Richiesta SDI (servizio disponibile per l´utente autenticato).

  • Per combinare insieme due o più ricerche, selezionarle e cliccare Incrocia. Il pulsante Incrocia permette di lavorare in vari modi con un paio di set di risultati tramite gli operatori logici predefiniti:
    and, or, Primo set non il secondo, Secondo set non il primo.
    Per incrociare i set con gli operatori Primo set non il secondo e Secondo set non il primo, è necessario scegliere solo due set.

    Il mio scaffale elettronico Torna all´inizio

    Il "mio scaffale elettronico" è un'area di memoria per l'archiviazione del materiale recuperato nell'OPAC Web, temporanea per l'utente non identificato (infatti si svuota a fine sessione), permanente e quindi recuperabile in ogni successiva sessione di ricerca, per l'utente identificato.

    È possibile aggiungere records allo scaffale elettronico sia dalla visualizzazione completa di ogni singolo record, sia dalla lista dei risultati dopo aver selezionato i records che interessa salvare cliccando sulla voce Aggiungi al mio scaffale elettronico.
    In entrambi i casi il sistema richiede di inserire una nota per i records salvati nello scaffale elettronico.

    Dallo scaffale elettronico è possibile:

    • salvare i records sul proprio PC;
    • inviare i records per e-mail ad uno specifico indirizzo;
    • gestire i records e creare delle cartelle dove depositare i diversi record salvati e distinti ad esempio per argomento di ricerca.
    Per visualizzarne il contenuto, dalla barra dei menù cliccare sulla voce il mio scaffale elettronico.

    Storico Torna all´inizio

    La funzione Storico è disponibile solo per l'utente identificato e permette di visualizzare le ricerche precedenti eseguite durante altri accessi al catalogo.
    Le ricerche vengono salvate in un buffer permanente e possono essere utilizzate come bookmarks per usi futuri.
    Questa funzione è accessibile dalla schermata Ricerche precedenti.

    Per visualizzarle, clicca Storico dalla barra dei menu.

    Da qui potrai rieseguire le tue ricerche cliccando Trova, oppure le potrai cancellare dal buffer permanente. Ricorda che il valore visualizzato nella colonna dei numeri dei record si riferisce al numero di documenti recuperati al momento dell´esecuzione della ricerca.

    Copie Torna all´inizio

    Per visualizzare le informazioni del posseduto relative ad una certa biblioteca, nella schermata della lista dei risultati, clicca sul nome sottolineato della biblioteca. Se sei un utente identificato potrai usare il link Richiesta per inoltrare una richiesta di prestito per il documento.

    • Clicca sull´etichetta sottolineata Copie dalla Visualizzazione completa di un record. La lista delle copie possedute dalla biblioteca verrà visualizzata.
    Dalla lista, potrai:
    • Cliccare su Richiesta (se disponibile) per porre una richiesta di prenotazione.

    • Cliccare Espandi per visualizzare tutti i dettagli sulla copia:
    Se la Lista delle copie visualizza una Data di restituzione, questo indica che la copia è al momento in prestito.

    Prenotazioni Torna all´inizio


    Previa identificazione è possibile prenotare on line un documento a condizione che:


    • la tua biblioteca abbia attivato il servizio;

    • il documento sia in prestito;

    • non esistano presso la stessa biblioteca copie identiche disponibili a scaffale;

    • tu non abbia prestiti scaduti o esclusioni dal prestito in corso.


    Rinnovi Torna all´inizio

    Previa identificazione è possibile rinnovare on line un documento a condizione che:


    • la tua biblioteca abbia attivato il servizio;

    • lo status di copia del documento lo consenta;

    • il documento non sia già stato prenotato da un altro utente;

    • tu non abbia prestiti scaduti.




    SDI Torna all´inizio

    SDI (Selective Dissemination of Information) serve per informare gli utenti circa le nuove acquisizioni o sui record aggiornati in aree di specifico interesse. Il meccanismo SDI permette di inviare notifiche circa le nuove pubblicazioni in un campo specifico che sono state aggiunte nel catalogo.

    Per usufruire del servizio è necessario installare sul proprio pc un Feed Reeder, che può essere scaricato gratuitamente al seguente indirizzo http://www.feedreader.com/

    Per porre una richiesta SDI, clicca sul link Richiesta SDI presente nella pagina Ricerche precedenti. Se non ti sei identificato il sistema ti chiederà di farlo. Apparirà la finestra Record SDI (nuovo/aggiorna). Questa è la finestra in cui puoi creare un nuovo profilo SDI o aggiornare uno esistente. La pagina contiene i seguenti campi:

    • Nome SDI: inserisci il nome con cui vuoi salvare la richiesta.

    • Formato Stampa: scegli il formato in cui vuoi ricevere i record.

    • Intervallo : definisce gli intervalli di tempo di attivazione della interrogazione SDI, per esempio, ogni sette giorni, quattro settimane ecc.

    • Messaggio SDI: inserisci il testo da includere nel corpo della notifica.

    • Richiesta SDI: mostra i termini di ricerca (per esempio: words= Buddhism).

    • Richiesta SDI per Biblioteca: puoi decidere che la tua query venga attivata per biblioteche specifiche senza considerare la locazione

    • Lista Basi per SDI: seleziona la base su cui attivare la tua richiesta SDI.

    • Indirizzo E-mail: se l'indirizzo e-mail è presente nella tua tessera questo campo viene compilato automaticamente. SDI.

    • Email Alternativo: puoi definire un indirizzo e-mail alternativo per l'invio dei risultati della tua interrogazione SDI.

    • Soggetto Email: definisci un soggetto per la email con i risultati della richiesta.

    • Data Scadenza: definisci la data di scadenza del tuo profilo SDI. I risultati non ti verranno inviati oltre la data indicata.

    • Sospendi SDI da/a: puoi sospendere il servizio per un periodo di tempo (per esempio le vacanze). Non riceverai notifiche SDI fino alla fine del periodo di sospensione.

    • Codifica: seleziona il tipo di codifica nel quale vuoi ricevere la lista dei risultati

    • Modalità di consegna: seleziona il tipo di notifica con il quale vuoi ricevere la lista dei risultati: per posta elettronica, attraverso RSS feed oppure con entrambe

    • Messaggio Nessun Risultato: indica se vuoi ricevere un report delle richerche SDI anche se queste non recuperano nessuna nuova informazione.
    Per visualizzare tutti i tuoi profili SDI, dopo esserti identificato clicca sull link Profilo utente e poi sul link Profili SDI nella barra opzioni. La pagina che si apre ti permette di visualizzare i tuoi profili, modificarli, duplicarli o cancellarli. Da questa schermata puoi affinare i tuoi profili. Cliccando Cerca Online da questa finestra mandi in esecuzione la richiesta SDI in tempo reale. Non riceverai notifica inerente le risposte recuperate tramite la ricerca online.

    Chiudi l´Aiuto

    Powered by Aleph500 - Ex Libris
    Privacy e Cookie Policies